Messaggio

x

Atalanta Junior Cup, Stefano Bonaccorso: "Si sono visti valori tecnici e morali"

13 giu 2017
Atalanta Junior Cup, Stefano Bonaccorso: "Si sono visti valori tecnici e morali"

Menzione all'Olmoponte per due bei gesti di fair play

Si è chiusa con grande soddisfazione la prima edizione dell'Atalanta Junior Cup. Un torneo che ha evidenziato non solo valori tecnici, ma anche valori morali importanti come sottolineato dal Coordinatore dell'Attività di Base nerazzurra Stefano Bonaccorso (nella foto mentre premia i bambini dell'Impruneta Tavarnuzze): "Era la prima volta che organizzavamo un torneo, quindi la prima esperienza per il Settore Giovanile dell'Atalanta. Abbiamo invitato tutte le società affiliate che per noi hanno un significato particolare, perché sono società che hanno sposato il nostro progetto, un progetto di valorizzare i giovani del settore giovanile e portarli in prima squadra. Quest'anno l'Atalanta c'è riuscita benissimo e questo è il messaggio che lanciamo sulle società affiliate: cercare di investire e lavorare bene per raccogliere dei frutti poi".

"Il torneo - prosegue Bonaccorso - ha avuto anche dei discreti contenuti tecnici. Abbiamo visto dei bei gol, delle belle azioni, abbiamo anche visionato dei giocatori interessanti da monitorare, ma soprattutto ci sono stati anche dei contenuti educativi. Abbiamo assegnato la coppa del fair play alla società Olmoponte di Arezzo che si è resa protagonista di due gesti importanti: l'allenatore ha fatto annullare un gol perché un giocatore avversario era a terra e nella stessa partita un giocatore ha segnalato all'arbitro che era stato lui a toccare la palla e quindi c'era un calcio d'angolo per gli avversari. Quindi abbiamo centrato l'obiettivo. In conclusione permettetemi di rivolgere un grosso ringraziamento al comitato organizzatore di San Pellegrino Terme che hanno dimostrato competenze importanti e a tutte le persone che hanno lavorato nell'ombra e che hanno permesso lo svolgimento del torneo".