Messaggio

x

Il ministro dello sport di Malta ospite al Centro Bortolotti

27 ott 2017
Il ministro dello sport di Malta ospite al Centro Bortolotti

Il ministro maltese: "L'Atalanta è un esempio da seguire"

Un ospite d'eccezione oggi al Centro Bortolotti di Zingonia: il ministro dello sport di Malta Clifton Grima.  Il ministro, interessato al modello Atalanta per lo sviluppo del calcio nelle scuole maltesi, durante l'incontro con il Responsabile del Settore Giovanile Maurizio Costanzi e con il Coordinatore dell'Attività di Base Stefano Bonaccorso, ha potuto visitare il Centro Bortolotti e osservare le strutture di prima squadra e settore giovanile.

"Siamo sempre attenti a relazioni di livello europeo e anche mondiale - ha detto Maurizio Costanzi - per cui ci fa piacere continuare a interpretare questa nostra disponibilità culturale come reciproco scambio".

Quindi il ministro dello sport Clifton Grima ha spiegato perché ha individuato nell'Atalanta il punto di riferimento da seguire: "Abbiamo pensato all'Atalanta perché è una bellissima realtà. Non guardo solo ai risultati, ma a come è strutturata tutta la società, alla prima squadra con tanti prodotti del vivaio. L'Atalanta ha un settore giovanile che nella mia opinione è tra i top d'Europa, lo metto tra i migliori cinque. Società come l'Atalanta sono un bell'esempio da seguire se uno vuole ottenere dei risultati. Il fatto che l'Atalanta coltivi prima di tutto gli uomini, è molto importante. Se vogliamo allenare i nostri talenti non possiamo prescindere dalla loro formazione personale, dobbiamo quindi percorrere una strada possa garantire loro una crescita sia sportiva che umana".

"Il mio sogno - ha continuato il ministro dello sport maltese - come persona responsabile dello sport a Malta, è quello di avere una scuola nazionale di calcio che sia una parte integrante del curriculum educativo, senza interferire in modo diretto o indiretto con l'autonomia della federazione maltese che ha fatto tanti passi in avanti negli ultimi anni. Se noi investiamo nel settore giovanile e nelle basi, avremo giocatori più completi e potremo ottenere risultati migliori".