Messaggio

x

Grazie a Imiberg così i nostri calciatori stranieri imparano l'italiano

23 dic 2017
Grazie a Imiberg così i nostri calciatori stranieri imparano l'italiano

L'istituto cittadino organizza il corso d'italiano, ma non solo...

Prosegue con reciproca soddisfazione, anzi si rafforza col tempo, la partnership con la Scuola Imiberg. L'istituto scolastico per il secondo anno affianca il club in numerose iniziative: non solo ospita presso le sue strutture la Scuola Calcio e i Football Camp estivi, ma la collaborazione si estende a più ampio raggio con il coinvolgimento in progetti scolastici. Non solo: i calciatori stranieri dell'Atalanta studiano l'italiano frequentando corsi specifici all'Istituto Imiberg. Da Freuler, Hateboer (tra gli altri) l'anno scorso, ai vari Castagne, Cornelius, Gosens, Haas, Palomino, Schmidt in questa stagione. Un corso d'italiano studiato e impostato per favorire la più rapida comprensione e produzione dell'italiano parlato nel quotidiano, così ad esempio da poter capire velocemente le indicazioni durante gli allenamenti. Due lezioni di circa un'ora e mezza a settimana, da quest'anno direttamente nel Centro Bortolotti con un calendario flessibile per venire incontro alle esigenze della squadra, impegnata sia in campionato che in Europa.

Competenza, professionalità e una particolare attenzione alla formazione umana, culturale e sociale dei giovani, fanno della Scuola Imiberg un punto di riferimento di livello assoluto a due passi dal cuore della città, con le sue molteplici proposte educative (l'occasione per conoscerle sarà con i prossimi Open Evening di venerdì 19 gennaio e Open Day di domenica 21 gennaio) che accompagnano il percorso formativo di circa 700 alunni dalla scuola dell'infanzia alle superiori.

“Questa collaborazione con l'Atalanta – spiega Lino Bussei, Presidente della Fondazione Maddalena di Canossa a cui fa riferimento l'Imiberg – è nata un paio di anni fa. Parlando del liceo sportivo con il Responsabile del Settore Giovanile Maurizio Costanzi, lui ha rilanciato con l'idea di costituire una vera e propria scuola sportiva, partendo dalle fasce d'età più basse. Da lì è nata una collaborazione a più ampio respiro, in cui si inseriscono anche i corsi di italiano per i calciatori stranieri. Ma sono molti altri i progetti formativi e educativi avviati con l'Atalanta. Ad esempio gli istruttori del Settore Giovanile nerazzurro hanno tenuto corsi di natura sportiva. La nostra mission è consentire ai ragazzi di crescere nel modo migliore, comprendendone e favorendone le attitudini, anche in ambito sportivo”.