Vivaio, il pensiero di Costanzi per il 2021

Il Responsabile nerazzurro guarda al futuro

Chiusura d’anno anche per il Settore Giovanile, ma contrariamente al passato, non può essere tempo di bilanci, ma piuttosto l’occasione per guardare avanti con speranza e fiducia. “Veniamo da un’annata anomala – ha spiegato il Responsabile del Settore Giovanile nerazzurro Maurizio Costanzi – e per questo difficile per tutti, a cominciare dai nostri ragazzi che non hanno potuto svolgere regolarmente la loro attività. Una lunga sospensione dovuta come sappiamo all’emergenza sanitaria causata dalla pandemia da Covid-19. In questo particolare momento dell’anno, che solitamente dedichiamo ai bilanci di metà stagione, vogliamo invece riservare un pensiero a tutti i nostri ragazzi, di tutte le fasce, dall’attività maschile a quella femminile, dall’attività agonistica a quella di base. Un pensiero rivolto al futuro, cercando di trasmettere ottimismo e guardando avanti con pazienza e la passione di sempre che non deve mancare mai”.

“Ma è anche l’occasione – continua Costanzi-  per rivolgere un sincero ringraziamento a tutti coloro che in questi mesi hanno portato avanti il nostro percorso di crescita, pur dovendo fare i conti con tutte le comprensibili difficoltà logistiche e organizzative che una situazione del tutto nuova e anomala ha generato. Mi riferisco ad allenatori, preparatori, staff medico, dirigenti, collaboratori e tutte quelle persone che ruotano attorno al Settore Giovanile e che quotidianamente con il loro lavoro e la loro passione permettono a questa grande macchina organizzativa di andare avanti, anche adattandosi di volta in volta alle esigenze che questa particolare situazione ha imposto. Un ringraziamento va naturalmente anche ai ragazzi e alle loro famiglie che hanno sempre dato la massima collaborazione e disponibilità, non facendo mai mancare impegno e passione”.

“Anche nei periodi più complicati – conclude il Responsabile del Settore giovanile nerazzurro – abbiamo cercato di mandare avanti la nostra attività, con lezioni a distanza e allenamenti a casa quando i protocolli lo hanno richiesto, rivolgendo sempre la massima attenzione alla salute dei nostri tesserati. Abbiamo continuato e continueremo a lavorare per farci trovare pronti quando potremo finalmente riavvicinarci alla normalità, guardando con speranza e ottimismo al futuro”.

  • 26/12/2020
  • Maurizio Costanzi
atalanta