Messaggio

x

Presentato Maurizio Costanzi. Il D.G. Marino: "Un colpo di mercato"

14 lug 2014
Presentato Maurizio Costanzi. Il D.G. Marino: "Un colpo di mercato"

Il Direttore Generale: "E' la dimostrazione di quanto la famiglia Percassi tenga al vivaio". Mino Favini: "Finalmente non siamo più avversari"

“L'Atalanta rappresenta l'eccellenza a livello giovanile. Arrivo con grandi motivazioni ed entusiasmo. Ringrazio l'Atalanta per avermi dato questa opportunità, spero di ripagare con impegno e lavoro. E credo che possiamo fare grandi cose”.
Maurizio Costanzi si è presentato così nell'incontro con la stampa avvenuto questa mattina a Zingonia. A dargli il benvenuto il Direttore Generale Pierpaolo Marino, il Direttore Sportivo Gabriele Zamagna, il Responsabile del Settore Giovanile Mino Favini e il Coordinatore tecnico Giancarlo Finardi.

“L'arrivo di Costanzi –ha detto il D.G. Pierpaolo Marino– è da considerarsi un grande colpo di mercato, un rinforzo importante destinato a dare frutti nel tempo, un investimento duraturo, e testimonia ancora una volta la grande attenzione della famiglia Percassi al settore giovanile. Non a caso vorrei sottolineare come sia il presidente Antonio che suo figlio Luca sono stati calciatori cresciuti a Zingonia e usciti dal vivaio nerazzurro. Costanzi sarà il nostro responsabile dello scouting a livello giovanile e lavorerà a stretto contatto con Favini e Finardi e con lo scouting della prima squadra gestito da Beppe Corti”.

“Sono particolarmente felice dell'arrivo di Costanzi –ha dichiarato Gabriele Zamagna– una persona che conosco fin dai tempi in cui ero Responsabile del settore giovanile del Parma: la sua presenza sarà fondamentale per il progetto impostato in questi anni e che la famiglia Percassi vuole portare avanti nel futuro”.

“Sono contento di vedere Maurizio come nostro collaboratore e non più come nostro avversario -ha affermato Mino Favini-. Ci conosciamo da tanti anni ormai, venne a trovarmi agli esordi della sua carriera e con lui ho fatto lunghe chiacchierate. Siamo legati da una stima reciproca”.

“Al di là delle indubbie competenze calcistiche -ha dichiarato infine Giancarlo Finardi-, mi piace sottolineare che Maurizio è innanzitutto una bella persona. E' davvero “tanta roba” che sia venuto all'Atalanta. E io mi auguro che oltre all'attività di scouting venga spesso insieme a noi sui campi, perché la sua presenza come per tanti anni è stata quella di Favini, aiuterà tutto il nostro settore giovanile a crescere”.